Ex boss della Magliana: “Ora la mia vita per i disabili”

Ex boss della Magliana: “Ora la mia vita per i disabili”. Antonio Mancini si confessa al Festival “Il Fiume e la Memoria”.

 

Ieri sera davanti ad un’attenta platea la testimonianza di uno dei fondatori del noto sodalizio criminale romano, diventato ancora più noto grazie al romanzo, al film e alla serie Tv “Romanzo Criminale”. Gli anni duri tra il ’70 e l’80; il ruolo della banda in fatti di cronaca ancora oggi da chiarire come l’omicidio Pecorelli, la scomparsa di Emanuela Orlandi ed il rapimento Moro; ma anche i fatti di oggi con Mafia Capitale e la vicenda Casamonica. Ma Mancini, detto Nino, é ormai fuori da questo mondo, ha pagato i suoi conti con la sua giustizia ed ha deciso di dare un contributo di verità, attraverso incontri in varie località italiane, ma soprattutto attraverso un portale www.bandadellamagliana.com dove sarà raccolto tutto il materiale fotografico e storico sulla banda, ed anche uno spettacolo teatrale che girerà l’Italia. Il tutto per amore della verità, ma anche per l’amore nei confronti dei ragazzi disabili dell’Anffas con i quali collabora da quasi venti anni:

“Da quando mi sono imbattuto nel volto “buffo” di un ragazzino seduto sul pullmino. Oggi sono loro la mia banda perchè mi hanno aiutato a guarire tutte le mie ferite e come scrivo nel mio libro ogni volta che sono di fronte ad ognuno di loro é come se una goccia di sangue versato tornasse in dietro e questo un pò mi da sollievo”

 

Il servizio del Tg8:

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Ex boss della Magliana: “Ora la mia vita per i disabili”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*