Chieti: l’opposizione si rivolge al Prefetto per i residui

Chieti-l-opposizione-dal-prefetto-per-i-residui

A Chieti l’opposizione si rivolge al Prefetto per l’accertamento dei residui finanziari, un passaggio fondamentale, in quanto propedeutico all’approvazione del bilancio di previsione.

A sollecitare l’intervento del Prefetto è direttamente Luigi Febo, che annuncia: “Siamo inadempienti e sarà la comunità teatina a pagarne le conseguenze, perché tali inadempienze comportano una serie di conseguenze di carattere finanziario per la città che abbiamo evidenziato in vari documenti e comunicati già resi pubblici in questi due mesi”. Si tratterebbe di mancati trasferimenti da parte dello Stato, impossibilità di ricorrere all’indebitamento, impossibilità di applicare l’avanzo di amministrazione al prossimo previsionale e l’assoggettamento in via provvisoria alla condizione di ente strutturalmente deficitario fino all’approvazione.

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "Chieti: l’opposizione si rivolge al Prefetto per i residui"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*