Pescara: in mare niente pesce, allarme dei pescatori

fossa-pomo-pe1

Pescara, in mare non c’è più pesce: è l’allarme dei pescatori che si trovano costretti a concentrare una 50ina di pescherecci in uno specchio d’acqua limitato, a causa delle zone interdette.

E’ il presidente dell’associazione armatori di Pescara, Mimmo Grosso, a lanciare quello che sembra essere un “pesce” d’aprile, per restare in tema. Invece, è la triste realtà: nel limitato tratto di mare antistante a Pescara, dove una cinquantina di pescherecci si trovano a pescare, non c’è più pesce e si rischia, davvero, di restare con le reti vuote. Ci si mette, ora, anche questo problema a rendere difficile la vita dei pescatori già alle prese con la questione dragaggio e bassi fondali del porto canale. I più penalizzati sono proprio i marittimi pescaresi perché, di fronte alla costa, il Ministero ha vietato l’attività di pesca a strascico nella Fossa di Pomo (guarda foto sopra), un’area dell’Adriatico che si trova in acque internazionali, a largo di Pescara. Una decisione presa per tutelare la risorsa faunistica sottomarina ma solo all’apparenza, perché penalizza, in questo modo, le altre zone in cui si concentra la pesca anche di cinque marinerie. I pescatori precisano che potrebbero scomparire dalle tavole scampi, seppie, naselli e si potrebbe arrivare ad una omologazione del pesce.

“Se continua così, a maggio-giugno non avremo nemmeno più i soldi per il gasolio per uscire in mare. Il pesce scarseggia – precisa Grosso – ed è tutto uguale. Mentre prima i pescherecci si dividevano in diversi specchi d’acqua, ora il tratto di mare aperto alla pesca di fronte a Pescara è limitato, proprio a causa della Fossa di Pomo interdetta. Per questo, mancheranno diversi tipi di pesce e si rischia tutti di riportare lo stesso prodotto, con un guadagno dunque minimo. Fino a quando il pesce, nel tratto di mare dove una cinquantina di pescherecci gettano le reti, finirà. Questo problema riguarda soprattutto la marineria abruzzese e pescarese in particolare.”

Servizi Tg8:

 

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected]" o "[email protected]". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "Pescara: in mare niente pesce, allarme dei pescatori"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*