Il Distretto turistico del Gran Sasso è realtà

Il Distretto turistico del Gran Sasso d’Italia è realtà: la firma sul decreto di nascita è del ministro Franceschini. L’esultanza di Giovanni Lolli.

 

Il ministro dei Beni ambientali, culturali e del Turismo, Dario Franceschini, ha firmato il decreto che istituisce il Distretto Turistico del Gran Sasso: di fatto si apre oggi una stagione nuova e storica per il turismo montano abruzzese e dell’Appennino. Quello del Gran Sasso è il primo Distretto turistico montano d’Italia e va ad inserirsi in un ambito, quello dei distretti, che era stato pensato soprattutto per le aree costiere italiane. ‘La felice intuizione dell’Abruzzo di pensare una strategia comune sul turismo anche per un’area di montagna come il Gran Sasso – commenta a caldo la notizia della firma Giovanni Lolli – ha portato a un grande risultato aprendo una strada nuova nella promozione del turismo montano. Un’operazione partita dal basso e realizzata nel giro di un anno all’insegna di confronti costruttivi persino quotidiani. La Regione, dal canto suo, ha già finanziato progetti per oltre 2 milioni di euro: tutte le opere sono destinate a potenziare e migliorare i servizi turistici dell’intero distretto.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Il Distretto turistico del Gran Sasso è realtà"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*