Pescara, mare sporco con divieti e polemiche

Mare-sporco-Pescara

Pescara, mare sporco con divieti e polemiche. Restano i divieti di balneazione a Fosso Pretaro mentre lievitano le polemiche politiche con il centrodestra rabbioso per la “tranquillità” ostentata dal sindaco Alessandrini sulla vicenda.

Niente revoca dei divieti piantati il 13 agosto. E dunque niente tuffi nel mare di Fosso Pretaro, al confine tra Pescara e Francavilla. I due Comuni hanno ricevuto i risultati delle nuove analisi effettuate dall’Arta. Enterococchi ed Escherichia coli restano oltre i limiti di legge restano oltre i limiti di legge; con le video ispezioni si è cercato di capire, finora inutilmente, se la condotta che sbocca in quel tratto di mare fosse rotta o se ci fossero altre fonti di sversamento. Così sia le analisi che le video ispezioni con i sub dovranno essere ripetute.

Da un punto di vista politico lievitano le polemiche. Il gruppo del Nuovo Centrodestra in Comune a Pescara ha deciso di coinvolgere tutti i parlamentari affinché la vicenda venga tradotta in una interrogazione ai ministri della Salute e dell’Ambiente.

“La vicenda non può finire nel dimenticatoio. La problematica, che riguarda la salute dei cittadini, e dei bambini in particolare, merita una risposta. Positiva o negativa che sia ma i cittadini di Pescara ed i turisti devono sapere la verità anche in relazione ai provvedimenti da adottare affinché non si ripetano situazioni analoghe in passato” – ha spiegato il capogruppo di NCD, Guerino Testa.

Altra benzina sul fuoco la getta Forza Italia che risponde così alla “tranquillità” ostentata ieri al microfono del Tg8 dal sindaco Marco Alessandrini.

“Sulla vicenda del mare inquinato noi non siamo assolutamente tranquilli. Le sue battute sul virus Ebola hanno fatto arrabbiare ancora di più i pescaresi che sono sinceramente preoccupati per le loro condizioni di salute dopo avere fatto il bagno in mare. E poi, tutta la vicenda è stata gestita malissimo dal primo cittadino che continua a non chiedere scusa, a difendere l’operato suo e della giunta e ad arroccarsi su posizioni insostenibili” – è stato il commento del capogruppo di Forza Italia al Comune di Pescara, Marcello Antonelli.

L'autore

Paolo Castignani
Giornalista professionista dal 1996, ha esordito nel 1982 come cronista sportivo per testate locali e nazionali. Ha all’attivo esperienze in radio, settimanali, agenzie di stampa e uffici stampa. Lavora dal 1988 a Rete8 dove, dal 2004, cura e conduce trasmissioni di medicina.

Sii il primo a commentare su "Pescara, mare sporco con divieti e polemiche"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*