Firmati i contratti integrativi per l’edilizia

edilizia h partb

I contratti integrativi di categoria di Cna Costruzioni Abruzzo, Confartigianato Edilizia Abruzzo, Aniem Abruzzo,  Uca Abruzzo sono cosa fatta: firmati oggi i contratti integrativi per l’edilizia.

La trattativa è stata chiusa nella sede dell’Aniem Pescara-Chietie investe tutto il settore edile, dell’artigianato  e delle PMI in generale: al tavolo hanno preso parte la Filca/Cisl, la Feneal/Uil e la Fillea/Cgil. Di fatto è stata condivisa una politica contrattuale basata da una parte sui principi dell’aumento salariale per i lavoratori e, dall’altra, sulla razionalizzazione del costo della bilateralità per gli imprenditori. ‘Abbiamo lavorato per un concetto di impresa adeguato ai tempi: dobbiamo andare tutti nella stessa direzione, lavoratori e datori, sindacati e associazioni datoriali. Quella di oggi è la prova di un cambio epocale di prospettiva’-  ha commentato Bruno Facciolini, Presidente Aniem Pescara-Chieti .

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Firmati i contratti integrativi per l’edilizia"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*