L’Aquila: Cisl denuncia tagli della Bper

banca-sportello

La Cisl denuncia tagli della Bper in provincia: la chiusura di due filiali a L’Aquila e una ad Avezzano.

La Cisl denuncia tagli della Bper in provincia de L’Aquila.

“Il piano industriale triennale 2015-2017, sulla strada già tracciata tesa all’azzeramento dell’ex Carispaq sul territorio, ha stabilito la definitiva chiusura di due filiali all’Aquila e una ad Avezzano”.  A contestare “tagli e ridimensionamenti in provincia dell’Aquila” nel piano del gruppo Bper che negli anni scorsi ha acquisito la Cassa di Risparmio della Provincia dell’Aquila, è la Fiba-Cisl, unitamente al segretario Cisl della provincia dell’Aquila, Paolo Sangermano.

Il sindacato chiama a raccolta le istituzioni perché “perché non passi sotto silenzio l’ulteriore smantellamento”.

“Il precedente piano industriale 2012-2014 – afferma Sangermano – aveva già introdotto, da parte di Bper, pesanti novità negative per la provincia aquilana, in termini occupazionali e di immagine, che si sono tradotte nella chiusura della Direzione territoriale dell’Aquila e nell’eliminazione dell’area di Avezzano, con relative strutture e personale. Il tutto a vantaggio di Lanciano, scelta quale sede della Direzione territoriale adriatica”.

Ancora più pesante sarà l’impatto del nuovo piano industriale  secondo quanto evidenzia la Cisl.

“Il piano prevede la chiusura dell’agenzia 11 del nuovo Tribunale, mentre già sono state chiuse l’agenzia 5 Bper all’interno dell’ex Italtel e l’agenzia 2 di Avezzano. Anche in questo caso l’area di Lanciano non è stata toccata: anzi, prosegue Sangermano, “in controtendenza con le linee generali tracciate dalla Bper è stato aperto uno sportello leggero a Pizzoferrato. Nel piano aziendale figura, inoltre, la chiusura di alcuni poli di lavorazione Bper Service, tra cui spicca l’Ufficio Ricostruzione dell’Aquila con l’accentramento a Modena di tutte le funzioni. Il territorio viene così privato di un importante e imprescindibile strumento a supporto della ricostruzione. Si provi solo a immaginare quali e quante ricadute negative tale decisione avrà sul tessuto socio-economico e istituzionale, oltre che sul personale Bper che opera in città, investito da una possibile mobilità territoriale e professionale”.

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected]" o "[email protected]". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila: Cisl denuncia tagli della Bper"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*