Pescara: il valzer delle Caserme

caserme-sopralluogo1

Sopralluogo, stamani a Pescara, del presidente D’Alfonso, tra gli altri, agli immobili del ministero della Difesa, in particolare la caserma D’Avalos e la caserma Di Cocco che saranno cedute al Comune.

Con il presidente della Regione, Luciano D’Alfonso, e il sindaco Marco Alessandrini, amministratori, dirigenti e tecnici del Comune e rappresentanti del Ministero della Difesa e dell’Esercito. In base a un accordo tra Ministero e Comune di Pescara, ci sarà uno scambio di immobili, con l’impegno del Ministero a cadere le strutture all’amministrazione comunale che, a sua volta, dovrà trovare sistemazioni alternative. Si tratta di due edifici strategici per la città, l’uno in piazza Unione, proprio adiacente al Museo delle Genti d’Abruzzo, l’altro di fronte all’Università di viale Pindaro. Il governatore ha annunciato che si procederà, inoltre, allo spostamento della caserma dei Vigili del Fuoco che insiste di fronte al parco di Cocco e vicino all’ateneo d’Annunzio, per fare in modo che i Vigili possano svolgere con più facilità e agevolmente il loro lavoro, senza dover far fronte a problemi, noti, di allagamento e ancor di più perché in una zona densamente popolata e frequentata. Così, i locali dell’ex caserma di Cocco e quelli ora adibiti a caserma dei Vigili del Fuoco, potranno essere messi a disposizione della ricerca e fruibili dalla adiacente università. Sui tempi non ci si sbilancia, ma l’iter, assicurano gli amministratori, prosegue spedito.

Il video:

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected]" o "[email protected]". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "Pescara: il valzer delle Caserme"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*