Trasporti: 4 ore di sciopero dei dipendenti TUA

Trasporti: 4 ore di sciopero dei dipendenti TUA. Gli autisti della Società di trasporto unico TUA spa, incroceranno le braccia per quattro ore dalle ore 17,00 alle ore 21,00 per lo sciopero indetto dall’UGL Autoferrotranvieri.

L’iniziativa, ha sottolineato nei giorni scorsi Gianna De Amicis, Segretario Regionale dell’UGL Abruzzo, è stata organizzata per contestare alla radice i principi ed i contenuti dell’accordo di secondo livello siglato tra l’Azienda e le altre sigle sindacali, FILT-CGIL, FIT_CISL,UILTRASPORTI e FAIAS-CISAL, lo scorso 26 ottobre. Soltanto l’UGL, lo ricordiamo, non ha sottoscritto tale accordo.

Tra i motivi della contestazione, ha sottolineato Giuseppe Lupo, Segretario Regionale della UGL Ferrotranvieri Abruzzo, sono riconducibili alla clamorosa ed inaccettabile discriminazione perpetrata a danno del personale viaggiante su gomma, sui sacrifici e le rinunce a cui tutti i lavoratori erano chiamati per armonizzare i differenti trattamenti contrattuali e consentire un tranquillo avvio di attività alla nuova compagine sociale. Ci siamo visti costretti a proclamare questo sciopero, ha aggiunto ancora Lupo, in quanto l’esiguità dei fondi mette a rischio anche il pagamento dei prossimi stipendi. Erano stati annunciati tagli di incarichi e poltrone, ma sono state create nuove aree dirigenziali. Altre quattro ore di sciopero sono state indette per venerdì 22 gennaio 2016.

L'autore

Fabio Lussoso
Giornalista dal 1985, ha seguito corsi di tecniche di comunicazione. A 20 anni dirige il quotidiano radiofonico 7Giorni 7. Dal 1986 ha iniziato a collaborare con il quotidiano Il Centro e con altri quotidiani. Successivamente, l’attività giornalistica televisiva per varie Tv regionali. A Rete8 si è occupato di Cronaca e Politica. Per due anni ha diretto la redazione di Rete8 Sport. Dopo aver dato il suo impulso è tornato ad occuparsi di cronaca. Amante di lettura, viaggi e sport.

Sii il primo a commentare su "Trasporti: 4 ore di sciopero dei dipendenti TUA"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*