Migranti Abruzzo: i numeri nel XXIV Rapporto Caritas

Migranti Abruzzo: i numeri nel XXIV Rapporto Caritas. Dai barconi all’ordine pubblico, dai rifugiati al terrorismo, dall’accoglienza alla delinquenza, non c’è argomento di attualità che non comprenda, con declinazioni diverse e talvolta opposte, il tema dei migranti.

Mentre l’Italia conta arrivi, partenze e morti, ogni regione sciorina i propri numeri, a cominciare dai rifugiati, che in Abruzzo e Molise sarebbero circa un terzo dei circa 22.000 provenienti da zone di guerra o di carestia e accolte da strutture ecclesiali. Il Rapporto Immigrazione della Caritas e della Fondazione Migrantes, illustrato nei giorni scorsi a Chieti, testimonia che l’Abruzzo accoglie poco più di 84.000 stranieri dei quasi 5 milioni residenti in Italia. Per la precisione, a gennaio 2014 la popolazione straniera residente nella nostra regione di 84.285 unità (54,7% donne), ossia il 6,3% dell’intera popolazione regionale, cifra inferiore alla media nazionale dell’8,1%. Le comunità più numerose sono: rumena, albanese, marocchina, macedone e cinese, che in tutto rappresentano il 65,7% degli stranieri, con i rumeni al 30%. Il 56,1% degli stranieri presenti risiede nelle province di L’Aquila e Teramo. Se guardiamo i dati sull’occupazione regionale, il 7,6% (35.258) degli occupati è straniero, con prevalenza di rumeni, marocchini, albanesi e ucraini. I titolari di imprese extra-UE sono 7.387, ossia il 2,4%, meno del dato nazionale al 4,5%. Tra i Paesi che, nel mondo, ospitano il maggio numero di migranti figurano Stati Uniti e Federazione Russa (complessivamente, un quarto del totale). Poi Canada, Australia, Arabia Saudita, Emirati Arabi, Germania, Regno Unito, Francia e, agli ultimi posti, Spagna e Italia. Alla presentazione del XXIV Rapporto Immigrazione di Caritas Italiana e Fondazione Migrantes era presente anche l’arcivescovo teatino, monsignor Bruno Forte, che ha sottolineato come, parlando di immigrati, sia importante sapere che si parla di persone, e non di numeri. Nell’incontro sono stati diffusi anche i dati nazionali sul ruolo degli stranieri nell’economia italiana. Nel 2014, hanno prodotto l’8,8% della ricchezza nazionale, pari a oltre 123 miliardi di euro. Non a caso, al rapporto immigrazione è stato dato come titolo: “Migranti, attori di sviluppo”.

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Migranti Abruzzo: i numeri nel XXIV Rapporto Caritas"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*