Decreto rimborsi, Codacons annuncia ricorsi

Si preparano nuove mobilitazioni organizzate dal Codacons Abruzzo contro il decreto, varato ieri dal Governo, che prevede “inaccettabili rimborsi parziali per gli obbligazionisti coinvolti nel salvataggio delle 4 banche”.

Il Codacons, che ha raccolto tanti risparmiatori “traditi” nonchè  l’unica associazione a ricorrere al Tar contro la legge sul bail-in,  sta ricevendo da ieri valanghe di proteste di obbligazionisti fortemente critici verso le norme sugli indennizzi. “I risparmiatori si sentono presi in giro e umiliati dai criteri fissati dal Governo sui rimborsi – spiega il Presidente Carlo Rienzi -, per tale motivo daremo vita non solo a mobilitazioni di protesta sul territorio,  ma ad una vera e propria battaglia legale contro il decreto sulla banche. Il nostro ufficio legale sta già lavorando per impugnare il provvedimento al Tar e portarlo in Corte Costituzionale: invitiamo pertanto tutti gli obbligazionisti che intendano tutelare la propria posizione a prendere contatti con la nostra associazione per far piombare sul Governo una valanga di ricorsi – conclude Rienzi.

decreto rimborsi

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Decreto rimborsi, Codacons annuncia ricorsi"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*