Coldiretti chiede lo stop alla pesca nella Fossa del Pomo

peschereccio

Sospendere il divieto di pesca nella Fossa del Pomo per il periodo natalizio: così Coldiretti al Ministero delle Politiche agricole, e alla Direzione generale degli affari marittimi di Bruxelles, raccogliendo le istanze delle marinerie di Pescara, Giulianova, Ortona e San Benedetto del Tronto.

Sospendere il divieto di pesca nella Fossa del Pomo per il periodo natalizio. Lo chiede Coldiretti Impresa Pesca alla Direzione generale della pesca del Ministero delle Politiche agricole e alla Direzione generale degli affari marittimi di Bruxelles raccogliendo le istanze delle marinerie di Pescara, Giulianova, Ortona e San Benedetto del Tronto fortemente preoccupate per l’eccessiva concentrazione delle flotte locali nella ristretta fascia costiera a ridosso delle 3 miglia. Una eccessiva concentrazione del piccolo e del grande strascico in una zona piuttosto limitata di mare dovuta al divieto di pesca nella zona più lontana meglio conosciuta come Fossa del Pomo: una concentrazione che rischia di compromettere per l’equilibrio ambientale. Quindi la richiesta delle marinerie abruzzesi ossia la sospensione del divieto dal 21 dicembre al 31 gennaio ‘con l’obiettivo di garantire una migliore distribuzione delle flotte di piccola stazza sulla fascia costiera’.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Coldiretti chiede lo stop alla pesca nella Fossa del Pomo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*