Tua Abruzzo: il “Si” prevale nel referendum sul contratto

Ampia affermazione del Si al nuovo contratto di secondo livello per i lavoratori della nuova società di trasporti Tua in Abruzzo.

Al termine dello spoglio 773 sono stati i voti favorevoli, pari al 64,4%, e 403 contrari, pari al 33,5% (il resto schede nulle). Il referendum confermativo tra i dipendenti di Tua, la società unica dei trasporti pubblici regionali, ha dato il via libera al nuovo “integrativo” firmato il 26 ottobre scorso. Su un totale di 1563 dipendenti, hanno votato in 1201, oltre il 75%.

Per il consigliere regionale delegato ai Trasporti, Camillo D’Alessandro. “E’ una delle più belle vittorie che consegue la Regione dal momento dell’inizio di questa legislatura perché deriva dal coraggio di fare ciò che si è detto, cioè le riforme, spazzando via coloro i quali hanno tentato di ostacolare il cambiamento”. Sconfitte, per D’Alessandro, le “strumentalizzazioni da parte del centrodestra che pure ha avuto 66 mesi di tempo per fare ciò che noi abbiamo fatto in poco più di un anno e del Movimento 5 Stelle che ha provato a agitare le paure dei lavoratori”.

Il servizio sull’esito del referendum dei lavoratori di TUA:

 

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Tua Abruzzo: il “Si” prevale nel referendum sul contratto"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*