Occupazione Abruzzo in chiaroscuro

Occupazione-Abruzzo

Occupazione Abruzzo in chiaroscuro. Lo attesta uno studio elaborato da Aldo Ronci dal quale emergono dati preoccupanti.

Tra il trimestre 2014 e quello di quest’anno Ronci ha registrato 8.677 occupati in più ed un incremento dell’1,9% contro lo 0,8% nazionale. Nel 2° trimestre 2015, però, rispetto al trimestre precedente, c’è stata una perdita di 25.468 occupati e una diminuzione del 5,2% rispetto all’1,5% di crescita a livello nazionale. E’ questa la flessione percentuale peggiore tra le regioni italiane.

Inoltre, tra il 2° trimestre 2014 e quello di quest’anno, i disoccupati hanno segnato un incremento di 11.534 unità. Infine, dallo studio di Ronci, è emerso che nel 2° trimestre 2015 rispetto al precedente c’è stato un aumento di 1.734 disoccupati.

Sii il primo a commentare su "Occupazione Abruzzo in chiaroscuro"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*