Pescara: ricordate l’orologio dei fiori?

orologio-fiori-pescara

Su Facebook impazza l’amarcord: spuntano decine di foto del “mitico” orologio dei fiori che fino agli anni ’80 insisteva sulla rotonda di Pescara.

Chi, tra i Pescaresi e no, con più di 30 anni, non ha almeno una foto davanti all’orologio dei fiori che negli anni ’80 fu sostituito dalla Nave di Cascella. Un cult per la città di Pescara, quando quotidianamente dal Comune arrivava il signore che cambiava la data, sempre con i fiori. C’è chi ricorda con tenerezza quel periodo, dove i turisti che giungevano in città si soffermavano davanti all’orologio fiorito con una foto d’obbligo. Un po’ di nostalgia per la rotonda fiorita, oggi Largo Mediterraneo. Lanciamo la sfida: visitateci anche sulla nostra  Pagina Facebook, pubblicate le vostre foto davanti all’orologio dei fiori, magari di quando eravate bambini, e accompagnatela con un pensiero per un piccolo angolo di città variopinto, che oggi non c’è più.

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected]" o "[email protected]". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "Pescara: ricordate l’orologio dei fiori?"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*