La Perdonanza celestiniana verso il riconoscimento Unesco

Perdonanza-Celestiniana

La Perdonanza celestiniana va verso il riconoscimento Unesco. La manifestazione aquilana in onore di Celestino V verrà presto inserita nell’elenco dei patrimoni immateriali dell’umanità.

Mancano pochi mesi per conoscere la risposta definitiva dell’Unesco, ma che la manifestazione celestiniana – il più antico giubileo del mondo, voluto da Papa Celestino V – sia prossima a diventare uno dei beni immateriali dell’umanità è ormai praticamente una certezza. La data fissata per l’esame delle candidature è prevista a novembre, quando sarà stabilito ufficialmente se quella presentata dall’Italia sarà accolta o meno, come sembra. Se tutto andrà bene, il titolo dell’Unesco accompagnerà l’edizione della Perdonanza del 2016. Intanto è quasi tutto pronto per l’edizione 721, con l’accensione del tripode davanti alla Basilica di San Bernardino il 23 agosto. Tra le altre novità di quest’anno c’è il patto speciale fra L’Aquila e Sulmona, le due municipalità accomunate dalla figura di Celestino.

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "La Perdonanza celestiniana verso il riconoscimento Unesco"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*