Castello di Nocciano: XXVIII Biennale d’arte contemporanea

SONY DSC

Al Castello di Nocciano al via la 28a Biennale d’arte contemporanea di Penne-Nocciano. Mostre ed incontri fino al 15 novembre.

 

Alla presenza delle massime autorità vernissage nella giornata di ieri, nello splendido scenario del Castello di Nocciano, della XXVIII edizione della Biennale d’arte contemporanea di Penne-Nocciano. L’evento organizzato dal Network Arti dell’Adriatico ed é stato promosso dai Comuni di Penne e Nocciano, in collaborazione con la Fondazione Musap e sponsorizzate dalla Fondazione Pescaabruzzo, dalla BCC-Banca di Credito Cooperativo e dalla Società Intercomunale Gas. I due curatori  Antonio Zimarino e Martina Lolli hanno, nell’occasione, illustrato i contenuti artistici del progetto:

“abbiamo qui una bella rappresentazione della cultura italiana e siamo orgogliosi del fatto che molti degli artisti in mostra sono presenti contemporaneamentein diverse mostre internazionali e nelle più importanti fiere dell’arte con le loro gallerie.  La possibilità di fare rete serve sia a livello territoriale, per l’ormai noto discorso di ottimizzazione delle risorse, ma soprattutto perché inserisce il nostro territorio in una realtà molto più ampia e strutturata del mondo dell’arte nazionale e internazionale. ‘Questa di Nocciano è una mostra molto raccolta,continua Anton Giulio Zimarino, quasi intimistica. Non c’è grande spettacolarità ma la grandezza è l’intimità dell’artista che si rivela attraverso il bozzetto della sua opera. Il disegno è l’origine dell’atto creativo che espandendosi diventa opera ma come già anticipato e come dimostrato dalla mostra, molto spesso sono i disegni stessi delle vere e proprie opere. Non abbiamo tralasciato neanche le curiosità inserendo nell’esposizione una piccola area dedicata al taccuino, il punto di partenza da cui siconcretizza qualcosa di più vasto. L’arte è e rimane intimità, deve essere un aiuto per imparare a conoscersi, per superare le situazioni complesse e trovare nuove prospettive.”

La curatrice Martina Lolli ha  ringrazianto i maestri presenti in sala Albano Paolinelli,Fausto Cheng, Lea Contestabile e Mario Costantini offrendo alcuni spunti riflessivi

“Sebbene lo scarto tra bozzetto e opera sia relativamente breve nel grandi maestri, il progetto dei giovani artisti si apre a spunti interiori che poi verrà modificato sulla tela. Ci sono molte e forse troppo idee e quindi il bozzetto serve per mantenere delle linee guida. Siamo molto felici che con quest’ultima mostra di Nocciano si chiuda il cerchio e speriamo di poter contribuire a rendere l’arte più accessibile a tutti.”

Il programma prevede nei prossimi giorni:

Domenica 8 Novembre – ore 17:00

Presentazione del libro “La spiritualità nell’arte” di Antonio Zimarino

Sala delle Conferenze del Castello – Nocciano (PE)

Venerdì 13 Novembre – ore 18

Presentazione del libro “ Il Terzo occhio” di Ivan D’Alberto

Chiesa di S. Giovanni Evangelista – Penne (PE)

OUR GENERATIONS – LE NOSTRE GENERAZIONI

La pittura emergente in Italia

DAL 17 OTTOBRE ALL’8 NOVEMBRE 2015

sabato e domenica 10.00/12.30 e 15.30/18.30

Su prenotazione anche in orari o giorni diversi al 350 5334136

Chiesa di S. Giovanni Evangelista – Penne (PE)

 

DALL’IDEA ALL’AZIONE (2)

Il video come evoluzione dinamica del segno

DAL 17 OTTOBRE ALL’8 NOVEMBRE 2015

sabato e domenica 10.30/13.00 e 15.00/18.00

Museo di Arte Moderna e Contemporanea MaMec – Penne (PE)

 

DALL’IDEA ALL’AZIONE (1)

Il disegno come progetto – opera

DAL 25 OTTOBRE AL 15 NOVEMBRE 2015

sabato e domenica 10.00/13.00 e 16.00/19.00

Sale espositive del Museo delle Arti – Nocciano (PE)

 

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Castello di Nocciano: XXVIII Biennale d’arte contemporanea"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*