A Roccaspinalveti il palio del covone

Roccaspinalveti-palio-covone

Sabato 11 luglio a Roccaspinalveti il palio del covone rievocherà l’antico rito abruzzese della gara dei covoni, i caratteristici fasci di grano che venivano donati anticamente al patrono del paese, San Pio I.

 

L’iniziativa, organizzata dal comitato per il palio, avrà inizio alle 9,30 di sabato 11 luglio a Roccaspinalveti, comune in provincia di Chieti che con i suoi 1600 abitanti delle 13 contrade, darà vita alla storica rievocazione in chiave contemporanea. In occasione del palio, ogni contrada prepara il proprio covone con una precisa qualità di grano e una caratteristica legatura della fascina, elementi che rimandavano anticamente allo status sociale ed economico delle micro collettività del territorio. Imbracciato un carro ospitante il proprio covone, i cinque componenti di ogni contrada si misurano nella gara del palio, tentando di raggiungere la statua del santo patrono, posta ad Aia Bruna, luogo simbolo situato al centro del paese. Il covone vincente è quello che, a seguito di un calcolo proporzionato di peso e di tempo impiegato a percorrere il tragitto, risulta essere il primo a raggiungere il santo. Il rituale si conclude tradizionalmente con una processione a cui prendono parte tutte le contrade.

Il palio dei covoni di Roccaspinalveti si inserisce in quel piano di recupero delle tradizioni locali abruzzesi e di ricerca culturale delle radici che caratterizzano l’Abruzzo.

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "A Roccaspinalveti il palio del covone"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*