Sulmona: nasce Casa Abruzzesi nel mondo

E’ nata questa mattina, nella sede della Casa delle Culture a Sulmona, l’associazione “Abruzzesi nel mondo”.

Alla presentazione sono intervenuti i promotori dell’iniziativa Domenico Taglieri, presidente onorario della Giostra Cavalleresca, Maurizio Antonini, presidente della stessa associazione con Domenico Susi, presidente dell’associazione “Gizio” di Boston, Aldo Di Cristofaro, presidente dell’associazione “Valle Peligna” di Toronto e l’imprenditore italoamericano Filippo Frattaroli. “Con questa associazione intendiamo rinsaldare e valorizzare i legami tra noi sulmonesi ed i nostri emigrati, che dalla terra peligna sono partiti verso l’America, il Canada ed altri Paesi per cercare lavoro, stabilendosi in quei Paesi ma mantenendo sempre vivo il rapporto di affetto con la terra d’origine”, ha spiegato Domenico Taglieri.

“Lo scopo dell’associazione che nasce e’ quello di realizzare un ponte tra Sulmona e la Valle Peligna con tutti i Paesi dove vivono i nostri emigrati, ai quali aggiungiamo tutte le nazioni che hanno partecipato alla Giostra cavalleresca d’Europa – ha continuato il presidente onorario della Giostra – il rapporto da instaurare consistera’ in uno scambio costante di idee e iniziative, di carattere culturale ma anche economico e sociale, per arrivare a realizzare progetti utili sia per il nostro territorio che per i Paesi dove loro vivono”.

L’idea di dare vita ad un’associazione che unisca Sulmona e la Valle Peligna agli emigrati di origine abruzzese e’ maturata durante i giorni del viaggio della delegazione dell’associazione Giostra Cavalleresca a Boston, dove il 12 ottobre scorso e’ stato celebrato il Columbus Day.

“E’ stato commovente e assai suggestivo girare per le strade di Boston e vedere locali che portano il nome di Sulmona, negozi gestiti da emigrati che sono partiti da questa citta’ e dai paesi del nostro circondario o ancora entrare in locali, come bar e ristoranti e trovare fotografie di piazza Garibaldi e della Giostra cavalleresca o di monumenti come la statua di Ovidio. Sono tutte testimonianze del grande legame che unisce i nostri emigrati a questa terra, un legame da coltivare e rafforzare soprattutto tra le giovani generazioni”, ha sottolineato Taglieri.

Domenico Susi, presidente dell’associazione “Gizio”, ha ricordato che l’associazione e’ stata fondata nel 1977 e conta oltre 120 iscritti e lavora per scopi di beneficenza.

“Particolare sostegno offriamo ai giovani interessati allo studio della lingua italiana – ha spiegato Susi – per questo abbiamo istituito borse di studio sia per chi frequenta scuole superiori che per studenti universitari”. “L’associazione Valle Peligna che mi onoro di presiedere ha lavorato da sempre per rafforzare i legami di amicizia e di solidarieta’ con la terra peligna e con l’Abruzzo – ha detto Aldo Di Cristofaro – ultimamente abbiamo raccolto fondi a beneficio delle popolazioni colpite dal terremoto dell’agosto 2016 e siamo stati ad Amatrice a consegnare i fondi raccolti. A novembre prossimo ospiteremo a Toronto i sindaci di Sulmona e Pratola, con la presidente della Bcc pratolana, Assunta Rossi. In Canada, nella citta’ di Vaughan, e’ sindaco Maurizio Bevilacqua, originario di Sulmona ed anche con lui abbiamo elaborato progetti per la nostra terra peligna”.

Infine Filippo Frattaroli ha ricordato il proprio impegno al servizio della Giostra Cavalleresca e di iniziative culturali della citta’ di Sulmona, come quello del contributo offerto per il restauro della lunetta e della facciata della chiesa di S.Francesco della Scarpa.

“Entro dicembre inaugureremo ufficialmente la Casa delle Culture e qui stabiliremo anche la sede dell’associazione che unisce gli abruzzesi nel mondo accanto alle associazioni di citta’ che gia’ hanno fatto gemellaggi con Sulmona, come Costanza e Burghausen e tutti insieme lavoreremo a grandi progetti di amicizia e solidarieta’, utili a rafforzare legami che devono sempre piu’ rinsaldarsi e produrre risultati utili per tutti”, ha concluso Taglieri.

Sii il primo a commentare su "Sulmona: nasce Casa Abruzzesi nel mondo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*