Sulmona: “Il cibo della Majella in 365 giorni”

cibo-maiella

La qualità dei prodotti agricoli e zootecnici del territorio  il tema della rassegna “Il cibo della Majella in 365 giorni” che si terrà a Sulmona dal 19 ottobre al 5 novembre.

Un progetto culturale fatto di un appuntamento al giorno, per 15 giorni, per informare, riflette, dibattere sulle caratteristiche che fanno di un cibo un prodotto buono e salutare. Si parlera’ dell’importanza dei processi di produzione e trasformazione di carne, olio e cereali attraverso incontri con agronomi e veterinari. Il primo appuntamento e’ per lunedi’ prossimo, con inizio alle 16.30, presso l’Agenzia per la promozione culturale. I mercatini agricoli a km 0 saranno occasione per riflettere sulla filiera corta dal produttore al consumatore e cosi’ promuovere un acquisto consapevole dei prodotti del territorio che comporta uno sviluppo eco- sostenibile dell’economia locale. Il gruppo di Acquisto Solidale ne portera’ l’esempio. Anche i bambini e le famiglie saranno coinvolti con dei laboratori manuali e didattici sulla preparazione del pane, della pasta, del miele, formaggio e merende che saranno occasione per parlare dell’importanza della provenienza e qualita’ delle materie prime impiegate per una sana alimentazione. Non mancheranno proiezioni di video su realta’ che gia’ stanno seguendo criteri di produzione rispettosi per l’ambiente e dibattiti con alcuni produttori. Anche l’arte sara’ uno dei linguaggi scelti per stare in tema attraverso performance con dimostrazioni di cucina , concerti, letture e laboratori di danze tradizionali perche’ la convivialita’ sara’ l’ingrediente che accomunera’ tutti gli eventi. La rassegna e’ a cura dell’Associazione Movimento Zoe’ di Sulmona nella persona di Caterina Palmucci, sociologa delle Comunita’ rurali.

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected] o .it". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "Sulmona: “Il cibo della Majella in 365 giorni”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*