Lanciano: l’Epifania di Ruxo al Diocleziano

lanciano-diocleziano

Lanciano: l’Epifania di Ruxo all’auditorium Diocleziano fino al 20 gennaio. La tela, di imponenti dimensioni (4,5 x 2,8 metri), è ispirata alla “manifestazione divina” ed è dipinta ad olio e acrilico con dettagli a carbone.

L’opera è esposta in fondo alla navata principale dell’auditorium ed è stata realizzata in estemporanea dal giovane artista frentano, che dalla sera del 5 alla mattina del 6 gennaio ha creato l’opera pittorica a corredo della mostra di presepi artistici “Riscopriamo il presepe”.

Attraverso i suoi colori, Ruxo sembra racconta una storia cosmica, che si svela e si ripete miracolosamente in eterno. L’origine è un’esplosione di luce accecante, immersa in un ventre rosso ocra, mentre si spande la notte nera come il carbone, ma brillante di sfumature blu Prussia. E così la meravigliosa cometa interstellare diviene culla di nuova vita, lanciata in corsa nel tempo e nello spazio.

Antonio Russo è noto alla cronaca locale anche per la tela di protesta contro Ombrina, rubata da ignoti e poi restituita.

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "Lanciano: l’Epifania di Ruxo al Diocleziano"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*