Pescara: murales all’Ex Fea

murales-exfea

Writer a lavoro all’ex Fea lungo la riviera nord di Pescara dove stanno ultimando un grande murales sulla facciata della struttura in disuso.

Sono a lavoro da qualche giorno: Emanuele Fantacuzzi, Alessandro Marotta, Stefano Neri stanno ultimando un coloratissimo murales sulla facciata dell’ex Fea, struttura in disuso che (si fa per dire) fa bella mostra di sé lungo la riviera nord di Pescara. Sono stati accolti da un “Finalmente!” pronunciato da non pochi cittadini che passeggiando hanno accolto bene i graffiti a rendere meno avvilente la vista della struttura abbandonata. Nell’ambito della Festa dell’Unità che si è svolta proprio all’ex Fea, il coordinatore cittadino del PD Moreno Di Pietrantonio ha con entusiasmo accolto la proposta dei tre giovani writer.

“Siamo a lavoro da qualche giorno – dicono gli autori dei graffiti – avendo ricevuto il via libera dalla Regione e proprio con l’ente stiamo pensando a un grande evento che riunisca tutti i principali writer. Abbiamo scelto come tema Willy il Coyote e Bip Bip, i fumetti come tema leggero e fruibile da tutti. Tra una pausa di lavoro e l’altra, veniamo qui per terminare il nostro dipinto.”

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected] o .it". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "Pescara: murales all’Ex Fea"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*