Pescara: vendute 9.000 uova Pasqua Ail

uova-ail1

Pasqua: vendute a Pescara e a Teramo 9.000 uova per la tradizionale campagna di solidarietà dell’Ail, l’Associazione contro le leucemie.

Anche quest’anno sono stati migliaia i sostenitori dell’Ail Pescara-Teramo in occasione delle festivita’ pasquali. Nella campagna di solidarieta’, che si e’ conclusa nei giorni scorsi, sono state vendute circa 9.200 uova di cioccolata, il cui ricavato servira’ a finanziare la ricerca scientifica per la cura delle malattie ematologiche e la casa di accoglienza per i pazienti e i familiari, situata in via Rigopiano. In campo centinaia di infaticabili volontari che, oltre ad aver animato, dal 31 marzo al 2 aprile, le postazioni allestite nelle piazze, negli ospedali, nei centri commerciali, hanno proseguito la vendita delle uova di Pasqua nei giorni successivi alla campagna, con banchetti in molti paesi del Pescarese e del Teramano. Tante le adesioni anche da parte delle scuole, dove docenti, alunni e famiglie hanno richiesto le uova pasquali dell’Ail.

“Anche questa volta la squadra e il grande cuore dei volontari hanno consentito alla nostra associazione di raggiungere un importante risultato – ha affermato il presidente Domenico Cappuccilli – Li ringrazio per il contributo prezioso che hanno dato a questo momento fondamentale per l’attivita’ della nostra onlus. Si sono spesi con impegno e dedizione per accogliere chi crede nell’Ail e nella sua missione e per testimoniare una Pasqua nel segno della solidarieta’ e delle buone azioni. E se ancora una volta tantissime persone hanno contribuito alla campagna, lo hanno fatto perche’ in loro hanno trovato una conferma alla fiducia che nutrono nei confronti dell’operato della nostra associazione. Un ringraziamento particolare va a tutti i sostenitori, che ci sono stati vicini anche in questa occasione e che continuano a credere nella battaglia che conduciamo stando accanto a chi soffre e lotta per la vita”.

Sii il primo a commentare su "Pescara: vendute 9.000 uova Pasqua Ail"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*