Pescara, il Corecom presenta il docufilm “Da grande”

Pescara, il Corecom presenta il docufilm “Da grande”, di Marco Chiarini, proiettato oggi al cinema Massimo davanti agli studenti e ai dirigenti degli uffici scolastici.

Quando si è bambini si ignora la direzione che prenderà la vita, anche se tutti non fanno che chiedere cosa farai da grande. Una cosa però è (quasi) certa: dopo essere diventati grandi, si diventa vecchi. E quello dell’anziano, come del resto quello dell’infanzia, è un mondo diverso, con codici e linguaggi specifici. In questo universo si è mossa la macchina da presa del regista Marco Chiarini, che ha realizzato il docu-film “Da grande – Linguaggi condivisi tra culture e generazioni”, prodotto dal Corecom Abruzzo. Il filmato racconta l’universo della Terza Età attraverso la vita quotidiana, gli occhi e le parole di alcuni anziani abruzzesi ospiti di tre case di riposo. Le interviste realizzate da Chiarini offrono una testimonianza reale e diretta della senilità e propongono una riflessione sul valore della memoria Il docu-film viene presentato oggi alle dieci al cinema Massimo di Pescara; presenti, tra gli altri, il presidente del Corecom Abruzzo, Filippo Lucci, la dirigente dell’AGCOM (Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni) Maria Pia Caruso, il direttore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Abruzzo Ernesto Pellecchia. Il docu-film “Da grande” è parte di un progetto composto da tre documentari sul tema “Comunicare il sociale”, promosso dal Corecom Abruzzo.

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Pescara, il Corecom presenta il docufilm “Da grande”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*