Poesia dorsale, parte la gara

Poesia dorsale, parte la gara. I versi si compongono assemblando titoli di libri, poi si fotografa il risultato. Il concorso del Centro d’Abruzzo mette in palio un buono da spendere in libreria.

E voi, come li usate i libri? Se la risposta sembra ovvia, si può anche cambiare canale, tanto oltre la lettura – che pure sarebbe già abbastanza – non si va. Se invece avete fantasia e ritenete che un libro si possa “usare” anche in modo alternativo, aprite le orecchie. Un libro non è solo un possibile sostegno di emergenza per un tavolo zoppo – oltre alle gambe c’è di più… – né un carico di equilibrio in testa per esercitarsi nella camminata da mannequin. Oggi parliamo di un modo originale per usare i libri, che si aggiunge naturalmente a quello dignitosissimo e auspicabile che li vede come oggetti di lettura. La poesia dorsale è stata inventata da Silvano Belloni, graphic designer  e fotografo, e divulgata dalla giornalista Antonella Ottolina. A rilanciare l’idea è la libreria Coop del Centro d’Abruzzo, che invita tutti alla gara di poesia dorsale. Si tratta di “comporre” versi utilizzando i titoli dei libri: minimo tre, massimo otto, secondo una successione che abbia un certo senso lirico-poetico. L’iniziativa si chiama #Libri Di Versi ed è stata lanciata nel corso della rassegna “A tu per tu con l’autore”, ripresa dalla nostra trasmissione Rete8 Libri. Tutti ammessi i titoli dei libri, dalla narrativa alla saggistica, purché editi, utilizzati per intero e senza parole aggiunte. I libri, così impilati, vanno fotografati lato dorso; la foto, corredata dalle proprie generalità, dai titoli e dagli autori dei volumi adottati, va inviata alla pagina Facebook “A tu per tu con l’autore”, inserendo #LIBRIDIVERSI. I libri possono essere fotografati ovunque, a casa propria, in biblioteca o dove si preferisce. La libreria Coop accoglierà chiunque voglia cimentarsi nella composizione di una poesia dorsale e partecipare alla gara attingendo dai suoi scaffali, la foto potrà essere scattata senza obbligo di acquisto. Il termine ultimo per inviare le poesie dorsali è 30 gennaio 2016. La poesia vincitrice, scelta da una giuria di qualità, verrà premiata con un buono da 50 euro da spendersi in libreria. Rete8 libri trasmetterà la proclamazione nella prima puntata di febbraio. Tutte le puntate di Rete8 Libri sono visibili su Rete8tube, insieme alle interviste agli scrittori ospitati nella rassegna “A tu per tu con l’autore” e ai consigli di lettura del librario.

Guarda il video:

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Poesia dorsale, parte la gara"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*