John Fante, il Dio di mio padre

John-Fante-Festival-Torricella-Peligna

John Fante, il Dio di mio padre. Si svolgerà dal 21 al 23 agosto, a Torricella Peligna, la X edizione del Festival letterario dedicato a John Fante, lo scrittore e sceneggiatore americano figlio di Nicola, immigrato partito dal paese della provincia di Chieti.

“Era uno scandaloso dongiovanni quando c’erano delle signore e, anche se dentro di lui il fuoco era estinto, c’erano ancora dei carboni ardenti sotto la cenere, e ogni tanto un vento che diffondeva un profumo seducente faceva fumare le braci che emanavano un calore molto forte” – così John Fante parla del padre in una lettera a Stan e Howard, nel febbraio del 1954.

La decima edizione del Festival “Il Dio di mio padre” vuole essere anche una celebrazione del legame di John con il padre, un legame che include il rapporto con l’Abruzzo, la sua terra natia. Nei tre giorni della manifestazione a Torricella Peligna si incontreranno Eugenio Finardi e Giancarlo De Cataldo, Teresa De Sio e Wanda Marasco. Sarà presentato, in anteprima, il documentario olandese, girato a Torricella Peligna, su Fante e il festival, dal titolo “Against a perfect sky”. Alla manifestazione parteciperà Victoria, la figlia di John Fante.

Il Festival è organizzato dal Comune di Torricella Peligna con la direzione artistica di Giovanna Di Lello.

L'autore

Paolo Castignani
Giornalista professionista dal 1996, ha esordito nel 1982 come cronista sportivo per testate locali e nazionali. Ha all’attivo esperienze in radio, settimanali, agenzie di stampa e uffici stampa. Lavora dal 1988 a Rete8 dove, dal 2004, cura e conduce trasmissioni di medicina.

Sii il primo a commentare su "John Fante, il Dio di mio padre"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*