L’Aquila, zona rossa: la riperimetrazione non convince

zona rossa l'aquila

La riperimetrazione della zona rossa dell’Aquila non convince la commissione Garanzia e Controllo del Comune dell’Aquila. Troppo estesa rispetto ai confini del 2012, mentre mancherebbero indicazioni a privati per rientrare nelle loro abitazioni che ricadono nella zona rosa.

L’ultima delimitazione è stata eseguita all’inizio di settembre con un’ordinanza del sindaco dell’Aquila, in risposta alle polemiche che hanno visto l’amministrazione contrapposta al prefetto Francesco Alecci sulla sicurezza del centro storico, riaffermata quest’ultima dal sindaco Massimo Cialente, messa in dubbio invece da Aleccci.

Alla riperimetrazione dovrebbe seguire, secondo quanto reso noto dal Comune, un appalto per realizzare recinzioni insuperabili da installare nelle zone vietate, su cui la commissione Garanzia presieduta da Raffaele Daniele chiede spiegazioni.

img_20160901_122649 img_20160901_122218

Il servizio del Tg8:

L'autore

Marianna Gianforte
Giornalista professionista dal 2009, iscritta all'Albo dell'Ordine dei Giornalisti d'Abruzzo. Dopo la laurea in Culture per la Comunicazione all’Università dell’Aquila, frequenta un master in Giornalismo all'Università di Teramo. Collabora con il quotidiano regionale "Il Centro Spa" e Radio Delta. La scrittura e il giornalismo fanno parte della sua vita, come anche lo sport. Ama la corsa, la bicicletta e la montagna.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila, zona rossa: la riperimetrazione non convince"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*