Vasto: Due agenti intossicati sulla A14 per il fumo

Due agenti intossicati sulla A14 in Abruzzo, sono attualmente tenuti in osservazione dai medici dell’ospedale di Vasto a seguito di intossicazione causata dall’incendio di sterpaglie.

I due agenti, un uomo e una donna, erano in servizio al km 506 sulla carreggiata nord, nei pressi del casello di Poggio Imperiale quando, nel primo pomeriggio, si sono fermati per rendersi conto dell’entità di un incendio nelle campagne circostanti, con il fumo che invadeva pericolosamente la carreggiata.

I poliziotti sono scesi dall’auto di servizio per segnalare il pericolo. Già sul posto hanno accusato i primi malori ma hanno deciso di rientrare presso il distaccamento di Vasto Sud dove il comandante Antonio Pietroniro ne ha constatato le condizioni critiche e le difficoltà respiratorie. Uno dei due agenti è anche svenuto. Poi il ricovero in ospedale.

Nello stesso tratto autostradale perse la vita il 30 agosto 2012 l’assistente capo Maurizio Zanella, investito da un’ auto il cui conducente non si era avveduto della sua presenza mentre segnalava la situazione di pericolo a causa del fumo prodotto dalle sterpaglie bruciate nei vicini campi. Proprio a Zanella è stato intitolato il distaccamento di Vasto Sud

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Vasto: Due agenti intossicati sulla A14 per il fumo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*