Unioni civili, Pescara ha il suo registro

Unioni civili, Pescara ha il suo registro: da oggi le coppie di fatto possono di iscriversi per accedere ad una serie di servizi erogati dal Comune.

Uniti, di nome e di fatto, con tanto di iscrizione nell’apposito registro comunale: per chi, a Pescara, attendeva la possibilità di dichiararsi coppia – nell’accezione più estesa della parola – il momento è arrivato, almeno a livello locale. Così, mentre si attende da anni che il Parlamento affronti e chiuda la questione una volta per tutte, molti Comuni sono andati avanti in proprio, offendo ai cittadini che lo deisiderino l’accesso al registro. A partire da oggi, è istituito anche a Pescara il registro delle Unioni civili. L’ufficio destinato ad accogliere le iscrizioni è quello preposto alle Variazioni Anagrafiche, all’interno dell’Urp. Registrarsi è semplice, niente bolli né spese di istruttoria. Grande la soddisfazione espressa dal sindaco Alessandrini, che parla di traguardo dei diritti.

“Da oggi è possibile richiedere l’iscrizione al registro delle Unioni civili, dopo che a luglio il Consiglio Comunale aveva proceduto all’approvazione della delibera che integra un Regolamento del 2008 rimasto inapplicato. Un passo, l’iscrizione, che vale a favorire l’integrazione nel contesto sociale e ad eliminare le discriminazioni”.

Per iscriversi basta compilare dei moduli; se si è registrati come famiglia anagrafica la procedura è semplificata, altrimenti bisogna effettuare una variazione e attendere i tempi tecnici di tale passaggio (il cambiamento di residenza è comunque esente da costi).

“Stiamo preparando un vademecum – dice l’assessore Laura Di Pietro – con questa iniziativa siamo pronti per dare efficacia a tutti i diritti che tali famiglie potranno vantare”.

Soddisfatta anche Daniela Santroni, consigliere comunale di Sel e prima firmataria della proposta di delibera consiliare. La Santroni ricorda come, solo nell’ultimo periodo di governo, ci siano voluti 4 consigli comunali per arrivare al risultato. Ma quali sono i vantaggi dell’iscrizione al registro? Per divulgarli il Comune di Pescara pensa ad una campagna di sensibilizzazione sui diritti delle coppie di fatto, che riguardano i servizi erogati dall’ente nei settori sport, tempo libero, scuola, istruzione, servizi sociali.

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Unioni civili, Pescara ha il suo registro"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*