Uil Pa sulle Carceri in Abruzzo: “Situazione esplosiva”

Uil Pa sulle Carceri in Abruzzo: “Situazione esplosiva”. La denuncia da Mauro Nardella segretario regionale della Uil Pa Polizia Penitenziaria .

Sempre più frequenti gli episodi di aggressione ai danni del personale di polizia penitenziaria negli istituti di pena della nostra Regione, secondo Mauro Nardella, che in una nota segnala anche la presenza sempre più frequente di soggetti psicotici ed extracomunitari. C’è poi la problematica della carenza di personale nella sezione femminile del Carcere di Castrogno a Teramo:
“Qui il divario amministrativo prodotto dal Provveditorato Regionale – afferma Nardella – è pressocchè evidente visto che le donne della penitenziaria abbondano negli Istituti di Pescara e Sulmona. Anche il personale maschile difetta in numero. Per questo motivo quotidianamente chi è a riposo o in congedo, è richiamato in servizio.”
Situazione dunque delicata, in particolar modo, nel supercarcere di Sulmona dove un mese fa un medico è stato aggredito da un detenuto poi trasferito in un altro penitenziario in regime di 41 bis. Alla luce di quanto sta accadendo le organizzazioni sindacali di categoria hanno sospeso le relazioni sindacali con la direzione del carcere, tanto da disertare il tavolo per la riorganizzazione del lavoro in programma oggi.

Sii il primo a commentare su "Uil Pa sulle Carceri in Abruzzo: “Situazione esplosiva”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*