Traforo Gran Sasso, fumo in galleria

Traforo Gran Sasso, fumo in galleria. Due squadre dei Vigili del fuoco dei comandi di Teramo e L’Aquila, sono intervenute nel pomeriggio di oggi all’interno del Traforo del Gran Sasso (galleria direzione Teramo L’Aquila) a causa della presenza di di fumo.

Chiuso per due ore dalle 17 circa di oggi il traforo del Gran Sasso, sull’autostrada A24 tra San Gabriele-Colledara e Assergi, a seguito di un corto circuito che ha interessato l’impianto di ventilazione nel tunnel in direzione Teramo-Roma. Lo fa sapere Strada dei Parchi che ha attivato le procedure di emergenza. Vigili del Fuoco e tecnici di Strada dei Parchi sono intervenuti a verificare l’efficienza dell’impianto e le condizioni per un transito in sicurezza. La Polizia Stradale è intervenuta per disciplinare la viabilità. Alcune auto si sono, infatti, trovate in prossimità del traforo pochi minuti prima della chiusura e sono rimaste in coda.

IL COMUNICATO DI STRADA DEI PARCHI: GUASTO A UNA CABINA, NESSUN INCENDIO

Un guasto ad una cabina di alimentazione di una delle strutture dell’impianto di areazione del Gran Sasso ha provocato la presenza di fumo in una delle gallerie, è questa la motivazione reale che ha portato la direzione di esercizio di SDP a chiudere temporaneamente il traforo nella direzione Teramo-L’Aquila. La circolazione sarà riaperta appena riparato il guasto e dopo che i Vigili del Fuoco finiranno le verifiche del caso. I vigili del Fuoco, che sono stati immediatamente allertati, hanno intanto verificato che non ci sono stati incendi.
Purtroppo, per un errore materiale di imputazione della causa, in un primo momento sul nostro sito e sui social era comparsa come motivazione della chiusura “per problemi strutturali”. Invece, che problemi alle strutture di ventilazione.
Ce ne scusiamo, con gli utenti e con i giornalisti che ci hanno chiamato. A determinare il blocco è stata appunto il corto circuito di una centralina di elettrica, che alimenta le ventole. Ricordiamo che per la lunghezza del traforo, 10 km per canna, basta una presenza anomala di fumo per far scattare l’allarme e la direzione procede immediatamente alla chiusura. Una norma di sicurezza molto rigida che serve come strumento di prevenzione. Il guasto si è verificato attorno alle ore 17.00; subito attivato il Piano di Gestione Emergenza della galleria, con l’intervento tempestivo dei VV.F. che con le termocamere hanno confermato l’assenza di focolai d’incendio, circostanza già verificata dal presidio viabilità antincendio della Concessionaria attivo in h24, inoltre è stato tempestivamente verificata totale assenza di danni a persone e cose; attivato immediatamente l’intervento dei tecnici di Strada dei Parchi, tuttora in corso, per riaprire il tratto al più presto.

AGGIORNAMENTO SDP ORE 20,15-

Riaperta la circolazione nella galleria del traforo direzione Teramo-L’Aquila, dove circa tre ore fa si era verificato un corto circuito nella cabina di alimentazione dell’impianto elettrico. La situazione della viabilità è tornata alla normalità. Strada dei Parchi si scusa con tutti gli automobilisti, e chi viaggiava con loro, rimasti incolonnati per così tanto tempo. Ma la presenza di fumo, causato dal corto circuito, ha fatto scattare una serie di allarmi che sono un presidio di sicurezza a garanzia di tutti. Le verifiche prima della riapertura sono state molto dettagliate da parte dei Vigili del Fuoco. Anche queste procedure sono un presidio per la prevenzione di situazioni peggiori.

Sii il primo a commentare su "Traforo Gran Sasso, fumo in galleria"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*