Torna “Nonno Ascoltami”, la campagna per la prevenzione dei disturbi uditivi

sdr

E’ stata presentata stamani a Pescara la nona edizione di “Nonno Ascoltami! – l’Ospedale in Piazza”, la campagna nazionale per la prevenzione dei disturbi dell’udito.

Testimonial d’eccezione dell’edizione 2018, l’attore Lino Banfi  già promotore al fianco della Onlus “Nonno Ascoltami! – Udito Italia” dello slogan #avete afferrèto? pensato proprio per incoraggiare i più giovani a non trascurare il proprio udito.  L’evento presentato stamani a Pescara, presso il Museo Vittoria Colonna, ha visto la partecipazione del giornalista scientifico, Luciano Onder. L’importanza di fare prevenzione è stata sottolineata dal fondatore di Nonno Ascoltami Udito Italia Onlus, Mauro Menzietti. L’evento, patrocinato dalla Presidenza del Consiglio, dal Ministero della Salute e realizzato con il supporto dell’OMS, partirà il 23 settembre da Pescara, per toccare 33 città in tutta Italia, per 6 domeniche (fino al 28 ottobre, dalle 10 alle 19). Coinvolti gli ospedali, i medici specialisti e i tecnici dell’udito che per un’intera giornata saranno in piazza a disposizione dei cittadini. Nonno Ascoltami! richiama un bacino di utenza di circa 10 milioni di cittadini in tutta Italia, offrendo l’opportunità di effettuare controlli gratuiti dell’udito, nelle tende messe a disposizione da Croce Rossa e Misericordia, grazie all’impegno di diversi partner nazionali e locali.

I NUMERI DELL’EDIZIONE 2018
• 16 regioni, 33 città
• 50 ospedali
• 150 medici
• 300 audioprotesisti e audiometristi
• 15mila controlli effettuati nel 2017
• 1.000 volontari
• 13 partner tecnici

«L’ipoacusia è molto più diffusa di quanto si possa pensare – afferma Lino Banfi, sottolineando che lui stesso ha dovuto fronteggiare questo disturbo, provocatogli da un trauma dovuto al rumore di armi da fuoco durante le riprese di un film -. La prevenzione oggi è l’arma più efficace per affrontare in maniera tempestiva i problemi uditivi. Quando ho scoperto la mia ipoacusia, mi sono accorto di quanto questo senso sia fondamentale per la nostra salute e le nostre relazioni. Così, invito tutti a recarsi nelle piazze di “Nonno Ascoltami!” dove troverete ad accogliervi medici e personale specializzato».
Negli anni Nonno Ascoltami! è diventato un vero e proprio momento di festa per l’intera famiglia: oltre ai controlli dell’udito, infatti, in piazza ci saranno associazioni sportive e ludiche per una giornata di giochi, sport e divertimento per tutte le fasce di età, con attività e consigli dedicati alla salute.
«Il nostro impegno – spiegano Mauro Menzietti e Valentina Faricelli, rispettivamente fondatore e presidente di “Nonno Ascoltami! – Udito Italia Onlus” – è quello di avvicinare la sanità alla gente. Negli anni le nostre campagne sono cresciute enormemente, a dimostrazione che la gente ha bisogno di essere informata correttamente. L’udito è un senso molto importante, eppure spesso viene sottovalutato; così ogni giorno rischiamo di comprometterlo con comportamenti scorretti. Infine, una raccomandazione utile: è sconsigliabile ricorrere a soluzioni improvvisate o peggio al fai-da te. È sempre necessaria una visita dall’otorinolaringoiatra o dall’audioprotesista, i soli specialisti davvero in grado di individuare la causa della perdita uditiva e stabilire la soluzione più efficace».

 

Sii il primo a commentare su "Torna “Nonno Ascoltami”, la campagna per la prevenzione dei disturbi uditivi"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*