Sulmona, anni di violenze per moglie e figlia

Dopo anni di violenze, minacce e atti persecutori subiti dall’ex marito, una donna di Sulmona trova la forza di denunciare l’uomo alla Polizia: per il 77 enne, padre e marito orco, scatta il divieto di avvicinamento alle due donne.

Dopo anni di violenze, minacce e atti persecutori subiti dal marito da cui è legalmente separata da circa 10 anni, ma con cui ha continuato a convivere fino a tre anni fa, una donna di Sulmona ha deciso di denunciare l’uomo. Al personale del Settore Anticrimine del Commissariato la donna ha raccontato di aver subito per anni violenze fisiche e psicologiche da parte del marito, a causa della sua gelosia ossessiva. Dopo aver deciso di lasciare l’abitazione familiare, circa tre anni fa, trasferendosi in casa di una delle figlie, gli episodi di violenza da parte dell’uomo sono diventati sempre più frequenti. La donna e la figlia che la ospita sono state oggetto di violenze di ogni genere culminate in diverse minacce di morte, in una occasione anche con un coltello. Su richiesta del Pubblico Ministero, il G.I.P. presso il Tribunale di Sulmona ha emesso, nei confronti del 77 enne, la misura del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalle due donne.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Sulmona, anni di violenze per moglie e figlia"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*