Spoltore: Dipendenti comunali No Social

Spoltore: Dipendenti comunale No Social, a seguito di una circolare del servizio Affari Regionali, per i dipendenti divieto assoluto di accedere ai social network anche attraverso smartphone e tablet.

La circolare inviata via e mail a tutti i dipendenti del settore “Servizi alla persona” vieta l’utilizzo di internet e dei social media in ufficio da smartphone e tablet privati. Pesanti le sanzioni, da semplici provvedimenti disciplinari al licenziamento come tra l’altro prevede la legge. Il divieto é limitato a dispositivi personali, visto che i Pc comunali sono già stati schermati da tempo, a firmare il provvedimento la dirigente del settore Sabrina Di Pietro. Secondo la legge, l’eccessivo ricorso ai social durante l’orario di lavoro é una forma di assenteismo virtuale e per questo va perseguito. A confermare questa teoria perfino una sentenza della Cassazione che ribadisce lo stop all’uso dei social network in ufficio.

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Spoltore: Dipendenti comunali No Social"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*