Solita truffa agli anziani, raggirata 80enne

La solita truffa agli anziani, raggirata un’80enne a Pescara con la vecchia scusa del falso incidente.

Si tratta di una delle truffe più antiche e più squallide: arriva una telefonata a casa, nel caso specifico, di un falso carabiniere, dall’altro capo del telefono, spesse volte, una persona anziana, in questa caso una donna di 80 anni. Le viene detto che suo figlio é rimasto vittima di un brutto incidente stradale e che versa in gravi condizioni all’ospedale e che siccome non é in regola con l’assicurazione l’avvocato ha chiesto un anticipo di 3500 euro per sistemare la questione . Dopo pochi minuti si presenta a casa un uomo che dice di essere l’avvocato e l’anziana donna, in inevitabile apprensione per le sorti del figlio, gli consegna i soldi.

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Solita truffa agli anziani, raggirata 80enne"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*