L’Aquila, Sel lascia il posto a Sinistra italiana

Anche a L’Aquila Sel cambia e rilancia con “Sinistra Italiana”.

Il partito di Sinistra ecologia e libertà ha iniziato a febbraio, insieme con altre associazioni, un percorso che porterà a dicembre di quest’anno, alla fondazione di un nuovo partito “che raccolga l’eredità della cultura della sinistra italiana, capace di parlare, nell’intento dei riformatori, ai giovani, ai precari, ai disoccupati, agli immigrati”.

Nel giro di poche settimane, dunque, il partito fondato il 20 dicembre 2009 dalla fusione di Sinistra Democratica, Movimento per la Sinistra, Unire la Sinistra e Associazione Ecologisti, non esisterà più. Il congresso di scioglimento si terrà a ottobre, mentre è partito il percorso che porterà alla nascita di un partito di sinistra che sia alternativo al Pd: in questa fase di transizione il gruppo comunale dell’Aquila cambierà il nome, in coerenza con il gruppo parlamentare, e si chiamerà “Sinistra italiana per L’Aquila”, i cui esponenti in consiglio comunale sono Giustino Masciocco e Betty Leone.

L'autore

Marianna Gianforte
Giornalista professionista dal 2009, iscritta all'Albo dell'Ordine dei Giornalisti d'Abruzzo. Dopo la laurea in Culture per la Comunicazione all’Università dell’Aquila, frequenta un master in Giornalismo all'Università di Teramo. Collabora con il quotidiano regionale "Il Centro Spa" e Radio Delta. La scrittura e il giornalismo fanno parte della sua vita, come anche lo sport. Ama la corsa, la bicicletta e la montagna.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila, Sel lascia il posto a Sinistra italiana"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*