Schianto sulla SS16, il conducente torna libero

Schianti sulla SS 16, il conducente torna libero. Il gip di Larino ha convalidato il fermo e ha rimesso in libertà, non ritenendo più utili le esigenze cautelari, il 25enne di Vasto accusato di omicidio stradale dopo l’incidente di domenica scorsa in Molise che ha causato la morte dei suoi amici Domenico Castrignanò e Andrea Marinelli, i 22enni dei quali si sono svolti ieri mattina i funerali a Vasto.

Il giovane è comparso nel palazzo di giustizia di Larino dopo aver lasciato l’ospedale di Termoli, dove era ricoverato, con ferite lievi, agli arresti domiciliari per essere risultato positivo all’alcoltest, in applicazione delle nuove norme sull’omicidio stradale. Era assistito dall’avvocato Giovanni Cerella del foro di Vasto. Le indagini proseguono per individuare eventuali altre responsabilità dell’incidente – nel quale è rimasto ferito un altro passeggero dell’auto -, con il coordinamento del sostituto procuratore della Repubblica Ilaria Toncini che si avvale dell’attività investigativa della stazione dei carabinieri di Montenero di Bisaccia e dei militari del Norm della Compagnia di Termoli, agli ordini del maggiore Paolo Nichilo. Intanto domani è stato convocato dal sostituto Toncini l’ingegnere Giovanni Russo al quale sarà conferito l’incarico di individuare ogni elemento utile a capire eventuali altre responsabilità. Intanto una folla commossa ha partecipato ieri ai funerali dei due giovani. Qualcuno ha accusato anche un malore.

L'autore

Fabio Lussoso
Giornalista dal 1985, ha seguito corsi di tecniche di comunicazione. A 20 anni dirige il quotidiano radiofonico 7Giorni 7. Dal 1986 ha iniziato a collaborare con il quotidiano Il Centro e con altri quotidiani. Successivamente, l’attività giornalistica televisiva per varie Tv regionali. A Rete8 si è occupato di Cronaca e Politica. Per due anni ha diretto la redazione di Rete8 Sport. Dopo aver dato il suo impulso è tornato ad occuparsi di cronaca. Amante di lettura, viaggi e sport.

Sii il primo a commentare su "Schianto sulla SS16, il conducente torna libero"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*