S.Omero: Il Parto in acqua non…parte

All’Ospedale di S.Omero il parto in acqua non parte. Inaugurato a febbraio ed entrato in funzione ieri il polo materno-infantile di S.Omero non é ancora in grado di garantire l’innovativo parto in acqua.

Ieri il primo intervento, la piccola Ambra é venuta alla luce grazie ad un parto cesareo alle 15.45. Tuttavia la sezione, la prima in Abruzzo, di parto nell’acqua é ancora chiusa per mancanza di personale. Dalla Asl di Teramo assicurano che le procedure sono già partite per la selezione di personale altamente qualificato, ma bisognerà attendere ancora un pò, almeno la fine dell’estate. In realtà sulla carenza di personale l’Ospedale di S.Omero vive una situazione al limite dell’emergenza: seri problemi si registrano nei reparti di Medicina, Radiologia e Fisioterapia dove, a fronte di un taglio di posti letto, la situazione resta ancora abbastanza critica.

 

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "S.Omero: Il Parto in acqua non…parte"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*