Rifugiato e spacciatore arrestato a Montesilvano

Un rifugiato extracomunitario è stato arrestato a Montesilvano per aver spacciato droga a due tredicenni.

Ad incastrarlo è stata la sezione Antidroga della Squadra Mobile di Pescara, in collaborazione con personale della Squadra Volanti. L’arresto è stato effettuato nel pomeriggio di ieri, in via Ariosto, nell’ambito di un’attività di contrasto allo spaccio di stupefacenti. La zona – le palazzine “Viola e Tillia” –  è già stata teatro di precedenti operazioni contro lo spaccio e il commercio di prodotti contraffatti. L’uomo, arrestato in flagranza di reato, è Puyé Bubacarr, nato in Gambia nel 1992, incensurato, titolare di un permesso di soggiorno per richiesta di asilo politico e ospitato presso l’hotel Excelsior di Montesilvano. Poco prima dell’arresto aveva venduto due dosi di marijuana a due ragazzi di 13 anni. Il gambiano è stato anche trovato in possesso di un involucro contenente un’altra dose della stessa sostanza. I due minori hanno dichiarato di aver comperato droga anche in altre occasioni, sempre nella stessa zona. Del fatto è stata interessata la Procura per i Minorenni de L’Aquila, i due ragazzi sono stati riaffidati alle famiglie.

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Rifugiato e spacciatore arrestato a Montesilvano"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*