Mercato etnico Pescara, ora il Comune cerca una nuova sede

mercatoetnico_sgomberomercatoetnico_sgombero

Dopo le tante polemiche seguite allo sgombero del mercato etnico dall’area di risulta della stazione ferroviaria di Pescara, la giunta Alessandrini correi ai ripari e annuncia azioni immediate per la delocalizzazione.

La delibera messa a punto oggi dalla giunta comunale di Pescara individua quattro azioni principali per la delocalizzazione del mercato dalle aree di risulta. L’atto stabilisce che è priorità dell’amministrazione comunale individuare, con urgenza, un’area idonea e alternativa allo spazio dell’area ferroviaria. Il nuovo mercatino etnico sarà realizzato con il coinvolgimento degli uffici comunali competenti, che potranno proporre eventuali siti idonei. La delibera inoltre attiva gli uffici per verificare le posizioni amministrative delle attività economiche interessate, allo scopo di consentire alle posizioni in regola di continuare ad operare in una location alternativa a quella attuale. Nel testo si precisa che per agevolare la regolarizzazione delle altre posizioni l’amministrazione istituirà un apposito “sportello” dedicato alle istanze riguardanti l’acquisizione dei titoli abilitativi per le attività commerciali connesse al mercato etnico. Il tutto, conclude la nota del Comune di Pescara, in tempi strettissimi.

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Mercato etnico Pescara, ora il Comune cerca una nuova sede"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*