Pescara: topo in un pacco di farina, Nas chiudono intera fabbrica

Accertamenti del NAS di Pescara dopo una denuncia relativa al rinvenimento del corpo di un roditore all’interno di una confezione di alimenti. Deferito in stato di libertà il titolare dell’azienda e sigilli alla fabbrica.

Al termine delle loro indagini, i Carabinieri hanno deferito in stato di libertà il titolare dell’azienda presso la quale l’alimento era stato confezionato. Nel corso di una accurata ispezione, infatti, i militari hanno rilevato che all’interno dello stabilimento erano presenti 110 tonnellate tra farina e grano in cattivo stato di conservazione, ed insudiciate, pronte per essere commercializzate. In tutti gli ambienti in cui venivano lavorati gli alimenti, inoltre, e in particolare nel locale destinato al confezionamento dei pacchi da 1 kg, trovati escrementi e carcasse di roditori.
Il legale responsabile dell’azienda, oltre ad essere denunciato per commercio di alimenti in cattivo stato di conservazione, è stato sanzionato amministrativamente per le violazioni igieniche riscontrate.
Il Dirigente del Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione dell’ASL di Pescara, intervenuto sul posto su segnalazione dei militari operanti, ha disposto la distruzione degli alimenti sequestrati e la chiusura immediata dell’intera attività.
Per quanto riguarda il prodotto già commercializzato, invece, lo stesso verrà sottoposto a procedura di richiamo.

 

Sii il primo a commentare su "Pescara: topo in un pacco di farina, Nas chiudono intera fabbrica"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*