Pescara, studenti a lezione di bullismo e cyberbullismo

La sala Alessandrini del Tribunale di Pescara ha ospitato stamani la seconda edizione  del Safer Internet Day. L’iniziativa organizzata dal Liceo Marconi di Pescara per contribuire al contrasto  dei fenomeni di bullismo  e cyberbullismo.

Internet, è stato detto, ha aperto nuove possibilità per tutti noi. L’altra faccia della medaglia è però rappresentata dai rischi legati ad un uso improprio di questo strumento. Tra questi, è stato sottolineato, c’è il cyberbullismo. La rete offre indubbie opportunità di crescita, ma pone sempre più spesso gli adolescenti di fronte a rischi sottovalutati. Compito degli adulti, e in particolare di istituzioni come la scuola, è non lasciare soli i ragazzi, ma aiutarli a muoversi nel mondo virtuale. Prevenzione e formazione sono gli strumenti più efficaci per consentire ai giovani di navigare con prudenza, aiutando, allo stesso tempo, i genitori a conoscere i mezzi per proteggere i figli dai pericoli del web. Nella sala Alessandrini presenti anche gli studenti della provincia di Pescara ed in particolare dell’Istituto Acerbo del Manthonè e dell’ ITIS di Chieti. Coordinatrici del progetto le professoresse Emilia D’Innocenzo e Caterina Petrecca. Dopo i saluti del Presidente del Tribunale di Pescara, Angelo Bozza e del Procuratore della Repubblica, Massimiliano Serpi, le relazioni degli ospiti intervenuti. Tra questi ricordiamo gli interventi del Dirigente Scolastico del Liceo Statale “Guglielmo Marconi” di Pescara, Florideo Matricciano, e della Dirigente del Compartimento della Polizia Postale e delle Comunicazioni d’ Abruzzo, Elisabetta Narciso. Nel corso dei lavori rappresentazioni e letture sul tema del bullismo e cyberbullismo a cura degli studenti del Liceo Marconi.

IL SERVIZIO DEL TG8:

Sii il primo a commentare su "Pescara, studenti a lezione di bullismo e cyberbullismo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*