Pescara sotto le bombe, 72 anni fa …

pescara-bombe

Pescara sotto le bombe, 72 anni fa … Una giornata di mare per tanti bambini, donne e uomini, si trasformò in una carneficina. La città non dimentica la guerra.

Erano giornate molto calde, i Pescaresi stavano al mare e nulla lasciava presagire che quegli aerei che sorvolavano la città avrebbero seminato orrore e morte. Due date, indelebili per la città: 31 agosto e 14 settembre 1943, per non dimenticare la Presidenza del Consiglio Comunale e l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia hanno organizzato per domani, una giornata evento per ricordare il 72° anniversario dei bombardamenti su Pescara. L’appuntamento è aperto a tutta la città, domani, dalle ore 21.00, davanti al muro della stazione vecchia sopravvissuto alle bombe e lasciato lì come monito e a memoria della tragedia che visse Pescara. Oltre 3.000 i morti, senza contare i dispersi, dei bombardamenti degli aerei anglo-americani che volevano distruggere gli obiettivi tedeschi e in particolare la stazione ferroviaria ma che seminarono morte soprattutto tra i civili. Il presidente del Consiglio Comunale di Pescara, Antonio Blasioni, invita tutti i cittadini a raccogliersi davanti al muro, lungo corso Vittorio Emanuele e ribadisce come il fatto che Pescara, dopo qualche anno dagli orrori e dalla distruzione della guerra, seppe rialzarsi debba essere di monito anche e soprattutto oggi.

Il servizio del Tg8

Sii il primo a commentare su "Pescara sotto le bombe, 72 anni fa …"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*