Pescara: Serpi Procuratore Capo, ok del Csm

Pescara: Serpi Procuratore Capo, ok del Csm dopo il voto unanime della Commissione incarichi direttivi, si attende il parere del Ministro della Giustizia.

La commissione incarichi direttivi del Csm ha indicato all’unanimità il nome del procuratore aggiunto di Bologna Massimiliano Serpi per il posto di procuratore capo a Pescara. Solitamente, quando la proposta ha l’unanimità in commissione, dopo un parere del ministro della Giustizia, il plenum del Csm si esprime di fatto ratificando la nomina. A Pescara prenderà il posto di Cristina Tedeschini, che passerà a dirigere la Procura di Pesaro. Serpi, 65 anni, è nato a Imola (Bologna). Nominato giudice penale e poi civile a Modena, dal 1985 è stato alla Procura di Bologna. Dal 1996 al 2004 ha lavorato alla Procura per i Minorenni e dal 2004 è tornato in Procura, dove dal 2009 è procuratore aggiunto. Tra i casi giudiziari più importanti che ha seguito, il disastro aereo all’istituto Salvemini di Casalecchio di Reno (1990) e il processo a carico di Luigi Ciavardini per la strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980. Tra le prime indagini che dovrà affrontare in Abruzzo, quella aperta sull’hotel Rigopiano.

Sii il primo a commentare su "Pescara: Serpi Procuratore Capo, ok del Csm"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*