Pescara: scritte razziste contro sindacalista, presidio sotto Prefettura

goubadia-scritte-contro1

Pescara: dopo le svastiche sui muri contro Cgil e PD, stavolta nel mirino, il sindacalista Patrick  Guobadia. Oggi presidio sotto Prefettura.

Ancora una scritta, “di chiara impronta razzista”, sulle pareti esterne della sede della Cgil Abruzzo Molise di Pescara: questa volta ad essere preso di mira il responsabile dell’Ufficio Migranti per il sindacato, Patrick Guobadia. Alcune settimane fa erano apparsi simboli nazisti e fascisti nella sede della Cgil di Montesilvano. A renderlo noto le segreterie congiunte di Cgil Pescara, Cgil Abruzzo Molise e Cgil nazionale, che hanno deciso di organizzare per oggi un presidio dimostrativo, alle 17.30, davanti la sede della Prefettura di Pescara, contro ogni forma di razzismo.

“La CGIL di Pescara, la CGIL Abruzzo Molise, la CGIL Nazionale, nel condannare fermamente l’episodio, esprimono la massima solidarietà al compagno Patrick, dirigente sindacale che nel corso degli anni si è sempre impegnato nella difesa dei diritti e per il miglioramento delle condizioni di chi sta peggio, in particolare dei migranti. La CGIL Pescara, Abruzzo Molise, Nazionale, esprimono molta preoccupazione a causa del diffuso clima d’odio e di intolleranza razziale che si sta manifestando anche attraverso episodi di questo genere, sempre più frequenti”.

Sii il primo a commentare su "Pescara: scritte razziste contro sindacalista, presidio sotto Prefettura"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*