Pescara: L’Ex Ferrhotel cade a pezzi

Pescara: L’Ex Ferrhotel cade a pezzi, in attesa che si arrivi ad un progetto concreto di riqualificazione per uno degli ultimi edifici storici rimasti in città, la struttura comincia a sbriciolarsi pian piano.

Per motivi di ordine pubblico il Comune costretto a transennare tutta l’area in Corso Vittorio Emanuele. Non é la prima volta che accade, già in passato pezzi di calcinaccio erano caduti sulla strada e solo per un caso fortuito non si sono registrati danni alle persone. In questo caso sono state installate barriere più massicce, mentre già in giornata dovrebbero essere effettuati dei lavori per mettere in sicurezza lo stabile. Si provvederà inoltre a murare alcune finestre e a sigillare diversi ingressi per scongiurare il fenomeno del bivacco da parte di Homeless ed extracomunitari senza fissa dimora. Nel frattempo l’edificio sarà controllato da personale della Polizia Municipale e da personale di Attiva che ripulirà i locali utilizzati per il bivacco.

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Pescara: L’Ex Ferrhotel cade a pezzi"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*