Pescara: ogni giorno 100 mila auto, incontri nell’area metropolitana

inquinamento-auto1inquinamento-auto1

Pescara: 100 mila auto al giorno,al via kermesse ecomobilità. Cinque giorni di incontri. Alessandrini, politiche di area vasta.

Nella città di Pescara “registriamo 100 mila accessi al giorno di auto, numeri che non ci possiamo più permettere di avere dal punto di vista ambientale. occorre creare rapporti con tutte le realtà limitrofe per studiare insieme possibili soluzioni alternative, ad esempio potenziando il trasporto pubblico e favorendo un accesso all’interno della città che crei una migliore qualità della vita. La città di Pescara in questi ultimi anni ha fatto scelte importanti relative alla qualità della vita ed intendiamo per questo portarle avanti”. Così l’assessore alla Mobilità del capoluogo adriatico, Giuliano Diodati, in occasione di CReIAMO PA (fino al 15 settembre) dedicato alla mobilità sostenibile. Da parte del ministero dell’Ambiente il sostegno al processo di costituzione di un’Agenzia per la mobilità di area vasta nel territorio metropolitano del medio adriatico.

Gli incontri si svolgeranno al Museo Colonna e coinvolgeranno gli operatori della mobilità dei Comuni di Pescara, Chieti, Francavilla al Mare, Montesilvano, Città Sant’Angelo, Spoltore e San Giovanni Teatino, per una conurbazione di oltre 300.000 abitanti. Stamane la Commissione Ambiente presieduta dal consigliere Fabrizio Perfetto ha votalo la proposta di delibera di Consiglio n. 101/2018, per l’approvazione schema di convenzione tra Enti per l’istituzione dell’associazione dei Comuni Abruzzesi del Medio Adriatico, finalizzata all’adozione di pratiche per la riduzione dell’inquinamento atmosferico. Subito dopo, il programma dettagliato di CReIAMO PA è stato presentato nel dettaglio in Sala Giunta, alla presenza del sindaco Marco Alessandrini, dell’ assessore Diodati, della consigliera del Comune di Spoltore all’Ambiente Valentina Conti, del Mobility Manager del Comune Piergiorgio Pardi e dei consulenti del ministero, in particolare l’ingegner Domenico Caminiti e l’avvocato Pasquale Andrea Chiodi.

“Parte una cinque giorni in cui Pescara sarà palcoscenico nazionale rispetto al tema della mobilità sostenibile – ha detto Alessandrini – avvertiamo la necessità di avere politiche inerenti la mobilità che siano il più possibile condivise con i comuni limitrofi. Abbiamo bisogno di mettere in campo politiche di area vasta. Prenderanno il via, a partire da oggi, cinque giorni di discussione competitiva. Nel 2018 dobbiamo abbandonare l’idea che le quattro ruote siano le proprietarie della strada e sono certo che il cambiamento di mentalità avvenga con azioni strutturali che convincano le persone ad intraprendere percorsi più consapevoli verso la sostenibilità ambientale. Tutto questo va nella direzione della Nuova Pescara che vede diverse amministrazioni dialogare le une con le altre”.

Dal canto suo l’assessore Diodati si dice:

“Onorato del fatto che il ministero dell’Ambiente abbia scelto Pescara insieme ad altre città italiane per il progetto CReIAMO PA. Riteniamo che oggi ci sono valori importanti come la salute e l’ambiente che meritano maggiore attenzione, negli ultimi anni la città di Pescara ha fatto molto a riguardo, siamo in fase di bando di gara e abbiamo creato all’interno della città una ciclopedonabilità importante”.

Spiega l’avvocato Pasquale Andrea Chiodi dell’Unità tecnica di supporto SOGESID (UTS7)

“Il progetto CReIAMO PA vuole convogliare risorse finanziare e di conoscenza, sono passati anni dall’individuazione del manager della mobilità ed ancora si fa fatica ad individuarne le caratteristiche. Il ministero intende avviare un dialogo continuo con le amministrazioni virtuose, creare un modo nuovo di comprendere la mobilità. L’esempio di Pescara è un laboratorio che va creandosi, interessante, pensiamo ad una prospettiva di un convenzionamento tra enti per la creazione di politiche comuni sui temi dell’ambiente, la nostra è un’opera di affiancamento tramite la presenza di esperti”.

“Penso che il concetto della mobilità faccia parte delle priorità di una amministrazione – queste le parole di Domenico Caminiti Dirigente di Amat Palermo – si parla di sicurezza e mobilità tema centrale rispetto alla qualità della vita dei cittadini, e ancor di più quando si parla di mobilità sostenibile. L’amministrazione ha il compito di tenere sotto controllo un territorio di area vasta e tutto ciò non può che essere realizzato se non guardando ad un processo logico che vede la cultura alla mobilità. Il ministero ha il compito di affiancare le amministrazioni locali e siamo contenti di avviare questa prima edizione proprio a Pescara”.

Sii il primo a commentare su "Pescara: ogni giorno 100 mila auto, incontri nell’area metropolitana"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*