Pescara, arrestato rapinatore seriale

rapinatore-seriale

A Pescara è stato arrestato il rapinatore seriale, che ha messo a segno colpi per 5000 euro.

I Carabinieri di Pescara hanno arrestato un 30enne di Montesilvano accusato di rapina aggravata in concorso e ricettazione.  Lo scorso mese di maggio avrebbe messo a segno tre rapine ai danni di un ufficio postale e di due distributori di carburanti. Le indagini non sono state affatto semplici. Determinanti, nel collage degli elementi raccolti dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Pescara, sono state le immagini dei sistemi di videosorveglianza che hanno ripreso il rapinatore seriale a Moscufo, Città S.Angelo e Montesilvano dove aveva messo a segno tre colpi, rispettivamente ai danni di due distributori di carburanti e di un ufficio postale. Era sempre entrato in azione (l’8, il 12 e il 13 maggio scorsi) muovendosi a bordo dello stesso scooter, travisando il volto con lo stesso casco e indossando lo stesso giubbotto.
Un’altra rapina, organizzata per il 15 maggio a Francavilla, invece era fallita. Stamattina, all’alba, sono scattate le manette ai polsi per Gino Di Giulio, 30enne residente a Montesilvano, con precedenti per reati analoghi, che ora deve rispondere di rapina aggravata in concorso e ricettazione. Il provvedimento restrittivo è stato emesso dal GIP di Pescara, Michela Di Fine, su richiesta del PM Andrea Papalia. Con le immagini dei sistemi di video sorveglianza la svolta investigativa è passata per il ritrovamento dello scooter, risultato rubato e nascosto in un canneto sulla collina di Montesilvano. Non è stato recuperato il bottino (5.000 euro) delle tre rapine mentre per chiudere l’operazione, che è stata chiamata Speed Action, ora i Carabinieri danno la caccia ad un complice.

Sii il primo a commentare su "Pescara, arrestato rapinatore seriale"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*