Pescara, al porto torna l’emergenza dragaggio

Nel porto di Pescara torna l’emergenza dragaggio. Il comandante della Direzione Marittima Abruzzo e Molise, Donato De Carolis, parla di situazione tragica da risolvere al più presto possibile.

Il maltempo dei giorni scorsi ha dato il colpo di grazia, andando ad aggiungere sabbia a sabbia. La notte è stata decisamente critica, al punto che è stato necessario “scortare” i pescherecci da vicino. Nonostante questo, diverse imbarcazioni sono rimaste incagliate nei fondali troppo bassi. Per evitare nuovi rischi è stato predisposto un approdo alternativo ad Ortona, ma certo questa misura temporanea non può bastare a risolvere i problemi del porto.

Il comandante della Direzione Marittima Abruzzo e Molise, Donato De Carolis, oggi ha ricevuto i rappresentanti dei pescatori e il delegato regionale Enzo Del Vecchio.

“I pescatori hanno le loro ragioni – ha detto De Carolis – Occorre un dragaggio di emergenza e bisognerebbe anche svuotare al più presto la vasca di colmata, in modo da potervi sistemare le nuove sabbie, una volta prelevate all’ingresso del canale. Al momento la situazione è stata aggravata sia dal maltempo che dal fatto che i lavori per il nuovo porto non sono ancora terminati: è come lasciare aperte tutte le finestre di casa, da qualche parte la polvere (le sabbie provenienti dal fiume) si accumula”.

 

Sii il primo a commentare su "Pescara, al porto torna l’emergenza dragaggio"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*