Pescara- 500 suini nella melma e senza igiene

500 suini costretti a vivere nella melma causata da un sistema di nebulizzazione ideato dall’allevatore per sopperire al gran caldo e al sovraffollamento dei locali.

Il tutto avveniva, inoltre, a poca distanza da un gruppo di abitazioni con un preoccupante proliferarsi di diffusi e fastidiosi olezzi. Dai controlli dei Nas di Pescara è emerso, inoltre, che alcuni suini erano deceduti nei giorni scorsi, ma lasciati in mezzo agli altri, e in generale gli animali versavano in pessime condizioni igieniche tanto da imporre il provvedimento del vincolo sanitario. Concessi sei giorni di tempo per ridurre drasticamente il sovraffollamento, trasferendo ad altri siti buona parte dei capi, per ripristinare le condizioni igieniche dei locali riscontrati inadeguati e difformi alla normativa che regola il benessere animale. Si tratta gia’ del quarto allevamento ispezionato e sanzionato nelle ultime settimane in Abruzzo dai Nas di Pescara.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

1 Commento su "Pescara- 500 suini nella melma e senza igiene"

  1. Dario d'Ambrosio | 29/07/2015 di 11:38 | Rispondi

    Dove si trova la porcilaia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*